Deodoranti per ambienti: migliori prodotti di Aprile 2021, prezzi, recensioni

Lo scopo di un buon deodorante per ambienti è quello di profumare l’ambiente e neutralizzare gli odori, rendendo l’aria asettica e pulita.

Esistono molti modi per profumare un ambiente, ma ogni sistema ha le sue caratteristiche, i suoi pro e i suoi contro.

La nostra selezione di diffusori per ambienti

(per informazioni e prezzi visita il sito amazon.it)

In questo articolo entreremo insieme nel mondo degli odori, dei profumi, delle essenze, e vedremo insieme i migliori prodotti di Aprile 2021, i prezzi e le recensioni dal mondo del web sui deodoranti per ambienti.

Come possiamo deodorare un ambiente?

I modi per profumare un ambiente sono diversi, probabilmente qualche appassionato in materia li avrà già provati tutti!

Intanto cominciamo a dire che un profumo può essere naturale o artificiale.

Se vogliamo profumare la nostra casa in modo naturale possiamo servirci semplicemente di erbe e piante aromatiche, oppure di fiori freschi, o anche di frutta essiccata.

Da erbe e piante aromatiche vengono estratti oli essenziali, dei concentrati di pura fragranza dalle proprietà benefiche.

Altri metodi naturali per deodorare gli ambienti sono le candele, il palosanto e l’incenso.

I profumi chimici invece possono essere vaporizzati attraverso spray manuali o diffusori elettrici.

I deodoranti alla zeolite sono una valida alternativa alle due opzioni. La zeolite è un minerale vulcanico totalmente inodore che però neutralizza gli odori. Inoltre questo minerale assorbe l’umidità e cattura la muffa.

I deodoranti naturali “fai da te”

Per profumare la nostra casa senza dover ricorrere ai prodotti chimici possiamo realizzare un deodorante “fai da te” per conto nostro in maniera davvero semplicissima. Sicuramente avremo bisogno di reperire ingredienti naturali come erbe aromatiche.

Ad esempio la lavanda, il rosmarino, il timo e l’eucalipto sono piante aromatiche che dopo essere state opportunamente essiccate, possono essere conservate in dei sacchetti da riporre negli armadi e nei cassetti. Oppure si possono adagiare dei mazzolini in delle ciotoline, ognuna da mettere in una stanza diversa della casa.

Invece delle erbe aromatiche potremo usare frutta essiccata, o solo la buccia del frutto. Potremo spezzettare scorzette di limone, arancia, mela, e mandarino e godere della loro fragranza citrica sia fresca che essiccata. Oppure possiamo infilzare dei chiodi di garofano direttamente sul frutto.

Anche le spezie come cannella, vaniglia, pepe e chiodi di garofano sono ottimi profumi ambientali. Si possono usare da soli, abbinati ad altre erbe aromatiche o alla frutta.

I sistemi naturali per profumare gli ambienti sono sicuramente i metodi più ecologici, economici ed efficaci di deodorare, nel rispetto della propria salute e di quella dell’ambiente.

La zeolite è un elisir dai mille usi ma conosciuto da pochi

Zeolite è il nome di vari minerali minerali microporosi con struttura cristallina, di origine sia naturale che sintetica.

Questi minerali sono largamente usati nell’industria con diversi scopi. Sono adatti per la produzione di detergenti, sono usati nell’agricoltura, nell’edilizia e anche per l’addolcimento delle acque.

L’uso della zeolite è anche molto diffuso come rimedio naturale per depurare l’organismo da tossine, metalli pesanti e sostanze radioattive presenti nel nostro corpo.

Una delle varie caratteristiche della zeolite è quella di essere inodore, ma nonostante ciò questo minerale ha la capacità di neutralizzare completamente gli odori.

I fumi di incenso, palo santo e carta eritrea, deodoranti naturali

Anche gli incensi, il palo santo e la carta eritrea sono dei deodoranti naturali molto efficaci. In questo caso però il forte odore viene sprigionato attraverso la combustione, quindi bisogna considerare che usando uno di questi metodi produrremo anche molto fumo in casa. Inoltre dobbiamo stare attenti a non comprare prodotti chimici, molto simili a quelli naturali.

Gli oli essenziali in aromaterapia

Gli oli essenziali sono estrazioni di erbe e piante aromatiche. Queste essenze vengono prodotte attraverso un processo di estrazione della materia vegetale. Si possono usare le varie parti della pianta, foglie, fiori e radici, e ogni erba, oltre ad avere la sua fragranza caratteristica, ha anche delle specifiche proprietà terapeutiche.

Gli oli essenziali sono usati in aromaterapia, un ramo della fitoterapia, una medicina alternativa con basi scientifiche.

Infatti è certo che le piante contengono la maggior parte delle sostanze medicamentose usate in campo farmaceutico.

Per profumare l’ambiente si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale ad una candela, oppure qualche goccia di olio essenziale può essere fatta evaporare nell’aria  attraverso un apposito bruciatore a candela. Ma questi sono i metodi meno consigliati.

In commercio infatti possiamo trovare molti modelli di diffusori elettrici che vaporizzano l’olio essenziale in maniera efficiente, e anzi servono proprio a sanificare l’aria e gli ambienti oltre che a deodorare e profumare.

Altri metodi di diffusione di un deodorante sono il metodo a spray manuale e i bastoncini imbevuti di profumo.

Bicarbonato e alcol saranno ottimi da usare per creare in casa essenze personalizzate con erbe e piante aromatiche.

L’olfatto stimola le emozioni ed evoca ricordi lontani. Il marketing olfattivo

L’aromaterapia infatti, oltre a contribuire significativamente al miglioramento di problemi che riguardano il corpo, è un potente stimolatore del sistema nervoso. Inalare la giusta fragranza di un olio essenziale infatti può rilassare la mente o al contrario attivarla.

Di aromaterapia ne sa qualcosa il marketing olfattivo, o marketing sensoriale.

Questo nuovo tipo di sistema di vendita trasforma il profumo in mezzo di comunicazione, rappresentando un brand. L’odore diventa parte dell’immagine aziendale. Ogni volta che sentiremo quell’odore ci ricorderemo di quel marchio. Un profumo che oltre ad accoglierci e scaldarci con la sua fragranza, ci fa sentire a nostro agio in punto vendita di un negozio di abbigliamento, di un grande magazzino.

Ormai molti grandi spazi sono dotati di diffusori per ambienti professionali: cliniche, spa, centri benessere, hotel, reception, farmacie, studi medici, enoteche.

I deodoranti chimici, i famosi airfresheners, sono una ventata di sostanze nocive!

Quando scegliamo un deodorante per ambienti dobbiamo stare attenti a non cadere nel tranello delle mille fragranze dei prodotti chimici. I cosiddetti airfresheners contengono infatti sostanze veramente dannose per l’ambiente e per il nostro organismo. Questi deodoranti chimici contengono Composti Organici Volatili , delle sostanze chimiche pericolose che vengono rilasciate nell’aria, “irritanti per occhi, naso, gola, allergizzanti se inalati o addirittura sospettati di cancerogenicità” come ha dichiarato il Ministero della salute presso la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria.

Redattrice, copywriter e graphic designer nel mondo della comunicazione e dei media da più di 15 anni.

Ha redatto e progettato numerose riviste di viaggi e per bambini, ideato e realizzato campagne pubblicitarie, ha pubblicato articoli redazionali sui maggiori quotidiani nazionali.

Scrive sinossi per il cinema e la tv, è ricercatrice per documentari e producer di storie per gli autori.

Videomaker, viaggiatrice, appassionata di arredamento d’interni, elettrodomestici di design, in generale di prodotti di
avanguardia e di tecnologia.

Back to top
diffusoriperambienti.it