Cosa c’è di meglio che tornare nella propria casa e sentire un dolce e delicato profumo nell’ambiente? Oggi giorno si sta diffondendo sempre di più il profumatore per ambiente, un piccolo oggetto d’arredamento che allo stesso tempo viene molto apprezzato per essere funzionale su quello che è l’odore di cui l’ambiente domestico si impregna. In commercio possiamo trovare davvero tantissime tipologie di diffusori per ambienti , spesso anche molto inefficaci nella propria funzione e magari con dei tempi molto lunghi fra un’erogazione e l’altra di profumo. In realtà il profumatore per ambiente se non scelto nelle modalità corrette e di qualità, può essere anche nocivo per la salute, ed in particolare per l’apparato cardio respiratorio.

Per scegliere il profumatore per ambiente ideale è necessario quindi seguire alcune linee guida, che partono innanzitutto dalle funzioni e dalle prestazioni dell’erogatore, per poi proseguire con la qualità e la tipologia di diffusione che come vedremo in questa guida è molto variabile. I diffusori per ambiente non sono per nulla tutti uguali: ci sono quelli spray, quelli elettrici, quelli catalitici, a bastoncini. insomma, ce ne sono davvero per tutti i gusti e per poter scegliere quello più adatto alle proprie esigenze, occorre fare non solo distinzione ma anche capire le diverse caratteristiche peculiari di ognuno di questi modelli. Iniziamo!

Diffusori per ambiente elettrico

Il diffusore per ambiente di tipo elettrico si contraddistingue per essere un tipo di diffusore che si inserisce nella presa di corrente. A livello funzionale, hanno la peculiarità di profumare l’ambiente molto velocemente ma allo stesso tempo c’è da dire sono anche profumatori che hanno una formula altamente chimica e per questo non è sempre bene lasciarli all’interno della presa a riscaldare il liquido. Naturalmente si tratta dei classici profumatori che si trovano in vendita anche un po’ ovunque e che hanno come vantaggio quello di diffondere profumi a prezzi super convenienti. I diffusori di questo genere possono durare anche 3-4 settimane e si trovano disponibili in diverse profumazioni. Uno dei  marchi più cliccati ed apprezzati che possiamo trovare online fra i diffusori elettrici c’è  “Presto” oppure il classico Airwick e Glade.

Diffusori per l’ambiente elettrici a ultrasuoni

Un altro genere di profumazione molto apprezzata è la profumazione ad ultrasuono che lavora senza riscaldamento e quindi in un certo senso, conserva le proprietà degli olii essenziali evitando che questi si brucino. Il meccanismo che si trova alla base del funzionamento è una serie di micro vibrazioni creati dagli ultrasuoni e che sono capaci di creare a loro volta delle gocce ionizzanti poi trasmesse nell’ambiente.

Con questo genere di profumazione è possibile utilizzare tutti gli olii essenziali che desideriamo senza il rischio di bruciarli ma allo stesso tempo si tratta di apparecchiature che necessitano di molta più manutenzione poiché non essendoci calore che pulisce e sterilizza, se restano gocce d’acqua all’interno si crea l’ambiente favorevole alla proliferazione batterica e all’insorgere della muffa.

I diffusori ad ultrasuoni sono quelli che oggi vengono maggiormente venduti anche online, sui siti come Amazon. Fra i brand che meritano di essere citati vi ricordiamo Tenswall, Avaspot, Homasy, Victsing, Innootech, Mroty e Medisana. 

Prestazioni del diffusore per ambiente

Le prestazioni di un diffusore sono un elemento che va analizzato per valutare scelta del prodotto. L’insieme delle prestazioni ci comunicano cosa il diffusore ci offre e se rispetta le nostre personali esigenze. Fra questi elementi legati alle prestazioni del diffusore troviamo sicuramente l’autonomia di funzionamento, ossia ogni quanto tempo dovremo mettere mano al diffusore per permetterne il funzionamento; i consumi e la capienza del serbatoio che contiene il liquido di qualunque genere esso sia e qualunque sia il genere di erogazione che prevede.

Altro aspetto importantissimo ma comunque non meno importante è il livello di rumorosità che ha il nostro diffusore. Se desideriamo un prodotto che sia iper silenzioso dovremmo evitare semplicemente il genere a spray, anche se questa categoria è comunque da considerarsi la più rumorosa in un settore di per sé già molto silenzioso. Il suono che fa un diffusore spray lo si può udire di tanto in tanto secondo una tempistica scandita e soltanto nel momento in cui avviene lo spruzzo verso l’ambiente.

  • Consumi di un diffusore

Da considerare è il consumo dei diffusori che per nostra fortuna sono estremamente irrisori rispetto a qualsiasi altro apparecchio. Il diffusore per ambiente ha un wattaggio molto basso anche a confronto con gli umidificatori ad ultrasuono. Per questo non c’è da preoccuparsi per esempio se vogliamo acquistare un diffusore ad ultrasuono oppure uno a corrente elettrica da mettere direttamente alla presa: i consumi e le spese in bolletta saranno estremamente basse.

Unica cosa cui bisogna fare attenzione è il surriscaldamento che può provocare la rottura veloce del dispositivo: di fatti essendo questi apparecchi estremamente irrisori in fatto di wattaggio vanno facilmente incontro a surriscaldamento. E’ bene far fare ogni tanto una pausa dalla corrente, soprattutto per quelli che hanno un contatto diretto. Se non abbiamo modo e voglia di stare dietro al diffusore per ambienti possiamo al momento dell’acquisto, scegliere un dispositivo che sia una via di mezzo fra un dispositivo a basso wattaggio ed un dispositivo che non si surriscaldi eccessivamente e quindi sceglierlo di almeno 15-20 watt di potenza.

Fragranze spray per ambiente

Altro genere di profumatore è il diffusore spray che ha un gradevolissimo effetto istantaneo. I diffusori per ambiente sotto forma di spray sono da mettere in bagno, in salotto, all’ingresso di un’abitazione e se per esempio abbiamo ospiti a cena o a pranzo. In commercio esistono diverse versioni di diffusione spray: da quelli che hanno lo spruzzo automatizzato a quelli che si spruzzano manualmente negli armadi, sui tessuti come il divano o il letto, sulle tende oppure in ambiente direttamente ma comunque all’occorrenza e non secondo un tempo cadenzato ed automatico.

Capacità e autonomia di un diffusore

Un diffusore automatico, che sia elettrico, ad ultrasuoni o spray, deve essere considerato anche per la sua capacità e quindi per quanto grande è il serbatoio. Moltissimi modelli sono provvisti di un serbatoio molto capiente che dura anche diversi giorni, mentre altri diffusori non vanno oltre le 3-4 ore di autonomia. In base alle proprie esigenze anche in termini di profumazione della casa. In particolar modo se vogliamo fare una bella differenza di serbatoio, possiamo considerare i diffusori elettrici piccoli da attaccare in corrente e i diffusori spray che invece hanno un serbatoio che arriva ad ospitare anche 1/2 l di prodotto. 

E’ importante inoltre valutare la capienza in base alla quantità di vapore ( nel caso di un diffusore ad ultrasuoni) che viene erogato in una data unità di tempo. In genere nella maggior parte dei prodotti questo valore si aggira attorno ai 30-50 ml / h. Un quantitativo del genere per capire se va bene oppure no è poi da valutare in termini di spazio. Consideriamo che 50 ml/ h possono profumare fino a 40 mq quadrati. 

Diffusori per ambienti di tipo catalitico

Il diffusore catalitico è molto particolare poiché ha la funzione di rendere l’aria pura attraverso il processo della catalisi. In pratica la fragranza viene bruciata senza emissione di fiamma e i cattivi odori vengono eliminati senza eliminare il quantitativo di ossigeno necessario dall’ambiente. Allo stesso tempo, il diffusore catalitico ha la funzione di profumare l’ambiente specifico che sta purificando grazie ad una fragranza.

Questi diffusori si presentano sotto forma di lampada che ha per altro un effetto arredante ed illuminante sulla stanza. In genere vengono accese almeno 20 minuti prima rispetto a quando intendiamo vedere la lampada in funzione.

Illuminazione dei diffusori

Oltre alla capienza, è importante valutare in un diffusore anche l’illuminazione se questa è possibile soprattutto in quei contesti in cui si utilizza e sfrutta la cromoterapia. Il bello di queste lampade è che la luce tende a cambiare colore ad intervalli cadenzati; sebbene si possano trovare anche lampade che presentano un solo colore. Moltissime lampade possono anche essere spente nella funzione di emanazione del colore, lasciando accesa soltanto la parte che riguarda la luce e la diffusione del profumo oppure fermare la lampada sul colore che preferiamo e che magari corrisponde al colore di cui vogliamo sfruttare pienamente le proprietà terapeutiche rifacendoci proprio alla cromoterapia.

Secondo gli studi che ruotano attorno ai colori attraverso l’uso degli stessi possiamo inibire alleviare alcuni disturbi del sonno. Infatti secondo alcuni ricercatori e studiosi la luce rossa favorirebbe la produzione di melatonina, mentre il bianco ed il blu la inibirebbero. Proprio per questo infatti è sconsigliato l’uso degli schermi elettronici prima di andare a dormire, in quanto sarebbe proprio la luce bianca a sfavorire l’addormentamento, soprattutto nei bambini.

Funzioni avanzate : spegnimento automatico

Quando il serbatoio esaurisce la propria disponibilità di liquido è importante che il meccanismo elettrico oppure a batteria non continui a funzionare inutilmente consumando solo energia. Per questo molti modelli sono dotati della funzione di spegnimento automatico che si basa su un galleggiante che si trova esattamente nel serbatoio e che tocca il fondo dello stesso quando il livello del liquido è estremamente basso . Il galleggiante tornerà a salire quando il serbatoio verrà rimpinguato.

Diffusori per ambiente con bastoncini

Ultimamente si stanno diffondendo un altro genere di profumatore per ambiente che è molto arredante oltre che particolarmente gradevole all’olfatto. Parliamo dei diffusori con i bastoncini di legno che si impregnano di fragranza e rilasciano nell’ambiente un profumo delicato proprio grazie a questi bastoncini che vengono prima immersi nel liquido e poi rigirati e tenuti nello stesso contenitori dall’altro verso. L’unica piccola nota a svantaggio di chi acquista un diffusore di questo genere consiste nel fatto di doversi ricordare di girare e rigirare i bastoncini per poter avere sempre un profumo delicato in casa o laddove ci troviamo.

Cromoterapia: tutti i benefici sull’organismo

Al di la della possibile nocività cui andremmo incontro se scegliessimo profumatori di basso livello e qualità, esistono una serie di benefici derivanti dall’utilizzo della cromoterapia e dell’aromaterapia. La cromo terapia come abbiamo già accennato è la terapia basata sui colori e sulle luci. Secondo alcuni studi i colori avrebbero la capacità di infondere determinati stati emotivi in coloro che sono a contatto con essi.

Il giallo donerebbe allegria ma allo stesso tempo favorirebbe il ragionamento logico e la concentrazione. Ideale quindi per studiare e concentrarsi per elaborare un pensiero. Il verde avrebbe un effetto calmante, poiché rappresenta il colore della natura e porta alla pace e alla riflessione interiore, donando fra l’altro un grande aiuto per coloro che devono prendere il controllo di se stessi e di una situazione. Sarebbe quindi molto positivo secondo questa medicina alternativa esporsi a queste tonalità in determinate situazioni di necessità.

Come abbiamo già visto abbiamo poi il rosso che avrebbe un effetto conciliante il sonno sebbene sia anche un colore caldo che rappresenta lo stimolo e l’energia. A seguire troviamo l’arancione che ha un effetto positivo nel favorire il buon umore e poi infine il blu che se su toni delicati favorisce la calma, altrimenti diventa contrastante l’addormentamento e porta ad un disequilibrio dei ritmi sonno e veglia. Il viola poi verrebbe utilizzato per stimolare la creatività, quindi molto utilizzato nei bambini e in coloro che vogliono favorire l’arrivo di idee. Secondo la teoria su cui si fonda la cromoterapia, ciascun colore avrebbe una sua proprietà specifica. A seconda dello scopo che si vuole ottenere, dunque, è bene esporsi alla luce di una determinata tonalità, per fornire al corpo i giusti stimoli.

L’uso dei colori e tutte le teorie che ruotano attorno ad essi sono molto particolari tanto da essere presi in considerazione da alcune tradizioni orientali come ad esempio lo yoga che associa ai colori un chakra, i punti energetici che ciascun individuo possiede.  Una bella pratica potrebbe essere proprio quella di acquistare delle candele oppure dei diffusori elettrici a batteria con lampada integrata e diffusione dei colori alternata. In questo modo possiamo ricreare un ambiente molto particolare dedito magari ad uno scopo ben preciso.

Diffusori con gli olii essenziali e aromaterapia

Oltre alla cromoterapia che prende in considerazione i colori, c’è poi l’aromaterapia che rientra in un contesto differente della medicina che studia l’azione che hanno le piante medicinali sull’organismo. In particolar modo, l’aromaterapia studia l’effetto degli olii essenziali sull’organismo sia attraverso l’inalazione che mediante l’applicazione a livello topico. secondo moltissimi studi gli olii essenziali avrebbero un effetto molto importante di tipo curativo su alcuni dolori e calmante sugli stati d’animo agitati in generale.

Se prendiamo in considerazione la possibilità di versare nel proprio diffusore per ambienti qualche goccia di olio essenziale , oltre ad un effetto gradevole a livello dell’olfatto, possiamo ricevere tutti i benefici derivanti dalle proprietà degli olii. E’ importante però non utilizzare il diffusore che va in corrente poiché non faremo altro che bruciare l’olio e di conseguenza non avere alcun effetto positivo. E’ importante utilizzare gli olii essenziali nel diffusore a bastoncini oppure all’interno dei diffusori ad ultrasuoni oppure a vapore. Fra le essenze che possiamo usare vi ricordiamo alcune fra le più utilizzate e gli effetti che hanno sull’organismo.

Lavanda: effetto rilassante e calmante. Contrasta la nausea soprattutto durante la gravidanza

Limone: regola la pressione del sangue e combatte i dolori da emicrania. Favorisce concentrazione e tono dell’umore.

Eucalipto: Contro le influenze e i virus in generale.

Bergamotto: stimolante sul sistema digerente, stimolante l’appetito dopo la convalescenza.

Menta: rinfrescante e antibatterico naturale. Combatte affaticamento e stress.

Salvia: Stimolante la riproduzione sessuale e favorente l’equilibrio degli ormoni

Diffusori e materiali

Uno dei criteri di acquisto quando dobbiamo scegliere un diffusore per ambienti è quello di valutare il materiale con cui il diffusore è stato costruito. Non bisogna soffermarsi semplicemente sull’aspetto estetico del diffusore quanto anche sulla qualità del materiale e sulle prestazioni che di conseguenza questo diffusore presenta. In base al gusto personale e al proprio arredamento possiamo prediligere un diffusore semplice oppure uno in vetro, in plastica oppure in legno. Negli ultimi tempi si sono diffusi moltissimo i diffusori per ambiente in legno ad ultrasuoni oppure a vapore, se invece prediligessimo profumatori a bastoncini, avremo il contenitore di vetro e i bastoncini di legno. Naturalmente migliore sarà la qualità dei materiali, migliori saranno le prestazioni e la conservazione del prodotto.

Marchi migliori

Volendo dare un quadro di quelli che sono i brand più diffusi sul mercato, e sui siti come Amazon, le aziende produttrici per i diffusori per ambiente sono tantissimi e con nomi molto disparati fra loro. Per quanto riguarda questi prodotti sarà molto difficile trovare nomi già noti poiché la maggior parte delle aziende che si occupano di trattamento dell’aria, si concentrano sulla realizzazione di strumenti per l’umidificazione e la purificazione per l’aria. Fra i marchi più importanti e più cliccati troveremo la Tenswall, la Victsing, la Innotech, Mroty, la Medisana e la Homasy che produce per lo più diffusori ad ultrasuoni in legno, esteticamente molto gradevoli anche sull’arredamento della casa.

Prezzo dei diffusori

Un altro importante aspetto cui molti fanno riferimento prima di acquistare il diffusore perfetto è il prezzo di questo. Si può dire in linea generale, che i diffusori hanno un prezzo modico ma molto dipende dal marchio e dalla qualità del profumatore. possiamo racchiudere questi prodotti in una fascia ampia di prezzi che parte da un minimo di 10 euro fino ad arrivare ad un massimo di 50-60 euro per quelli più sofisticati e delicati che integrano liquidi e profumazioni atossici e  di altissima qualità. Il prezzo è comunque dato non solo dalla qualità del prodotto quanto anche dalla capienza del serbatoio.

Anna Silvestrini

Giornalista pubblicista, mamma e donna. In quanto donna, sono fortemente orientata verso tutto ciò che riguarda l'arredamento per la casa la cura dei dettagli. I diffusori per ambienti sono stati una novità che mi piace tantissimo e che utilizzo in prima persona nella mia casa.

Back to top
Diffusori per Ambienti